Izapa

Non tutti gli studiosi intendono classificare il territorio Izapa come appartenente ad un popolo omonimo. Secondo alcuni, come Michael Coe, il sito sarebbe da intendere come punto d’unione tra gli Olmechi ed i Maya, vista la comunanza di rappresentazioni artistiche. Secondo altri, come Virginia Smith, l’arte Izapa sarebbe troppo peculiare e diversa per poterla classificare come il risultato di un’interazione tra la cultura  Maya e quella Olmeca, anche perché presente solo in un raggio ristretto rispetto alla zona di origine, collocabile solo in una striscia a pochi chilometri intorno a Izapa.
Le sculture ritrovate presso il sito hanno come protagonisti soggetti religiosi e mitologici, con grande ricchezza di steli. La natura cerimoniale e narrativa di queste, inoltre, si differenzia molto, sembra, dalla natura ricca di glifi della cultura olmeca e di quella maya.
Nonostante i pareri discordi, tuttavia, lo studio di questa civiltà sembra essere anch’esso decisivo nel collocare la colonizzazione Izapa in un determinato punto, allineato al vulcano Tacaná, e situato all’orizzonte del solstizio invernale. La civiltà in questione, dunque, sembrerebbe aver aderito ad un calendario comune alla cultura maya e a quella olmeca.

Questo articolo è riproducibile indicando chiaramente il sito e linkando la fonte www.ilpuntozero.com

Lascia un Commento