Le Olimpiadi di Londra e i disegni di Benjamin Solari Parravicini

Londra 2012 - la campana dei Giochi Olimpici

Esistono profezie che non tutti conoscono, e che spuntano fuori in occasione di eventi inconsueti, o poco frequenti.

ArcelorMittal Orbit - London

Uno di questi è rappresentato dalle Olimpiadi di Londra del 2012. Un artista latino americano, vissuto a Buenos Aires tra il 1889 ed il 1974 ebbe il merito di produrre, nella sua prolifica attività di disegnatore, una serie di opere che passarono alla storia come veri e propri disegni profetici. Il pittore era Benjamin Solari Parravicini, e alcuni dei suoi schizzi, tracciati saltuariamente, divennero noti come psicografías proféticas.

B. Solari Parravicini - i suoi schizzi

La diffusione dei disegni fu possibile anche grazie alla sua attività di gallerista, che lo consacrò agli onori della cronaca per altre felici intuizioni, come quella sui bambini indaco, di cui Parravicini intuì l’esistenza prima di altri. Pittore e scultore di grande spessore, Parravicini attribuiva il suo talento ad un’entità angelica che gli avrebbe insegnato a dipingere, abbozzando idee che rappresentarono una vera forma di profezie “disegnate”. L’artista ebbe infatti il merito di realizzare schizzi semplici ma al contempo dettagliati che riguardavano un tempo futuro, soprattutto in relazione al suo Paese, l’Argentina. Psicografie profetiche perché il passare del tempo diede prova, in molti casi, del loro avverarsi.

B. Solari Parravicini - il presunto disegno sull'attentato alle Twin Towers

Celebre fu la sua intuizione, e la conferma successiva di sensazioni particolari, come la morte della poetessa Alfonsina Storni, della quale avvertì il suicidio, pur vivendo a circa 500 km di distanza. Altrettanto potenti furono le immagini relative all’11 settembre 2001, ed al crollo delle Twin Towers.

La psicografia, realizzata in uno stato di trance parziale, permetteva all’artista di esprimere il massimo delle capacità, piegando la propria personalità ai dettami di un’entità artistica superiore, che lo rendeva il tramite perfetto per esprimere quanto sarebbe accaduto nel mondo negli anni a venire.

Combinando il testo con le illustrazioni scritte e simboliche, come nelle quartine di Nostradamus, accompagnate dai disegni, l’artista forniva con sorprendente anticipo accadimenti lontani, come l’ascesa del comunismo in Cina, il lancio del primo animale nello spazio, l’ascesa di Fidel Castro, la caduta di Hitler e Mussolini, la morte di quest’ultimo insieme a Claretta Petacci, l’assassinio di JFK, e l’attentato alle Torri Gemelle.

Olimpiadi Londra 2012 - B. Solari Parravicini

Tra i disegni di maggiore spessore, ce n’è uno che profetizza gli accadimenti delle olimpiadi di Londra dell’agosto 2012. Realizzato nel 1972, il disegno anticipa presumibilmente le olimpiadi di quest’anno. Il risultato iconografico dello schizzo, messo in relazione con le frasi che accompagnano il disegno, lascerebbero supporre l’evento nella sua precisa collocazione temporale e spaziale. Partendo dall’immagine della torcia, che rimanda alla fiaccola olimpica, attraverso la campana, che rinvia alla campana più grande del mondo protagonista delle attuali olimpiadi, si giunge alla Londing Calling dei Clash, la colonna sonora ufficiale dei giochi olimpici. Sorprendente, la similitudine tra il testo della canzone, del 1979, e le parole che accompagnano il disegno. Il testo dei Clash parla di morti viventi, zombie, guerra nucleare, inondazioni e incendi; Parravicini parla di fuego – hambres – pestes – muertes.

London Calling - The Clash

Una curiosa coincidenza. Il serpente disegnato al centro del disegno ricorda il simbolo della medicina e della farmacia, con Esculapio, dio greco romano della medicina, ma anche la ArcelorMittal Orbit, la torre scarlatta di Londra, alta 115 metri e la cui forma a spirale è ispirata a quella del DNA. La struttura, disegnata dall’architetto Anish Kapoor mette in evidenza una grossa scala a chiocciola, o, diremmo, a forma di serpente. Simbolo che, invece, secondo la Cabala, rimanderebbe al potere dei Rettiliani.
Il personaggio centrale del disegno, che in una mano sostiene la torcia, nell’altra regge una falce, a ricordare il simbolo della morte (nei Tarocchi il numero 13). Il protagonista sarebbe, insomma, una sorta di Angelo della Morte. I contorni di quest’immagine ricordano quelli del parco di Hackney March, a nord dello stadio olimpico di Londra, ma sembrano coincidere anche con quelli della zona circostante lo stadio, che ne sarebbe proprio il vertice. Cosa dire invece delle parole che accompagnano la psicografia? La canzone scelta per le olimpiadi di Londra descrive uno scenario post apocalittico, fatto di fuoco, fame, peste e morte. Il testo a seguire fa intuire chiaramente uno Stato che combatte contro il dragone dormiente (la Cina, forse?) e l’arrivo dell’orso (la Russia?), il democratico umile che non lo fu affatto (Obama?) e porta alla crisi economica che investe tutto il mondo. La crisi che domina le nazioni non è altro che l’esplosione della situazione ipotecaria degli Stati Uniti che trascina con sé l’economia del resto del mondo, portandola al collasso.

Benjamin Solari Parravicini

Al culmine della profezia, una frase enigmatica: l’esplosione della disgregazione, l’oscurità, la luce del sud e, infine, la croce. Temi, questi ultimi, spesso ripetuti negli schizzi dell’artista. Il valore iconografico dei suoi disegni si riscontra, dunque, nella fitta serie di simboli e allegorie che il poeta, di volta in volta ci ripropone, forse con l’intento di aprirci gli occhi di fronte a qualcosa di molto evidente. Da qui, il richiamo ad una del tutto presunta apocalisse nei giochi olimpici di quest’anno.

I seguaci delle profezie di Parravicini sembrano ravvedere, in questo disegno, l’inizio di una possibile guerra, tra Cina, Russia e America. Potrebbero essere davvero, le olimpiadi di Londra 2012, l’origine di un terzo conflitto mondiale?

Per quanto un disegno, creato solo nel 1972, possa rappresentare solo una coincidenza, è assolutamente strana la serie di corrispondenze visibili tra questo ed un evento tanto successivo nel tempo. Non possiamo però dimenticare le correlazioni che hanno legato in passato i disegni dello stesso artista ad accadimenti di grande portata che hanno determinato, di volta in volta, un cambio di pagina nel panorama politico mondiale.

Vera Di Donato

Questo articolo è riproducibile indicando chiaramente il nome dell’autore, il sito e linkando la fonte www.ilpuntozero.com

Fonti di riferimento:
http://www.ticinolive.ch/cultura/londra-2012-impazza-la-profezia-di-benjamin-solari-parravicini-42542.html

http://es.wikipedia.org/wiki/Benjam%C3%ADn_Solari_Parravicini

One thought on “Le Olimpiadi di Londra e i disegni di Benjamin Solari Parravicini

  1. Pingback: Allarme rosso Sochi 2014 | Civiltà Scomparse

Lascia un Commento